I Cuccioli Disponibili

Del Regno di Simba

I Cuccioli Disponibili

Del Regno di Simba

Imparare al cucciolo a fare i bisognini fuori

Imparare a capire quando il cucciolo ha necessità di fare i suoi bisognini è fondamentale, in quanto ti consente di generare una routine, una abitudine che il tuo peloso potrà apprenderà fin da cucciolo. Il cucciolo ha bisogno di sporcare: Appena ha finito di mangiare, appena si sveglia dal suo riposino, quando ha finito di giocare. Questi sono i momenti di portare fuori il piccolo e all'inizio ti dico che dovrai portarlo fuori molto spesso. Il cucciolo ha bisogno di concentrarsi sulla sola funzione di fare pipì e pupù, e se viene distratto da altro potrebbe dimenticarsene facendola appena torna a casa. È un classico il racconto:" il mio cane sta fuori un'ora, gioca e corre, poi torna in casa e sporca. È bene ricordare a tal proposito che il cucciolo appena ha completa copertura vaccinale, non devrebbero essere più usate le traversine che sono molto pericolose perché vengono molto spesso ingerite dal piccolo, inoltre generano confusione, perché a lungo andare faranno confondere tappeti, copriletto, divani con la traversina. Questa abitudine lo renderà infelice perché non gli consentirà di comunicare con il mondo esterno. E renderà ancora più infelice te, che ti troverai a dover gestire un cane che, da adulto, tratterà casa come un gabinetto. Come abituare il cucciolo, al mattino presto il cucciolo si sveglia e mangia, appena finito di mangiare deve uscire  subito, questo perché I'intestino del cane è molto corto e il cibo riempendo lo stomaco stimola l'intestino a svuotarsi. Una volta fuori diamo il tempo al piccolo di annusare in giro e fare sempre lo stesso percorso. Se abbiamo un giardino facciamogli fare sempre lo stesso giro, magari facendogli percorre il perimetro, in modo che impari a farla sempre allo stesso posto, che a lungo andare diventerà il suo luogo sicuro dove farla. Fatti seguire, interagisci con lui ma senza stimolarlo a giocare. Portalo al guinzaglio ("così intanto imparerà anche quello") anche se è in un luogo sicuro come il tuo giardino. Quando vedi che sta per farla, puoi anche dare dolcemente un piccolo ordine, ("tipo: pipiiiì oppure pupuuuù") e poi quando l'ha fatta, lodalo come se avesse fatto la cosa più bella del mondo. Fai che queste azioni diventano un rito, sempre uguale, sempre lo stesso... Nel giro di poco tempo il cane imparerà a farla da solo, semplicemente aprendo la porta di casa. Se non disponi di un giardino o di un cortile o di un luogo tuo dove far sporcare il cane, portalo (da cucciolo in braccio se no rischi che te la faccia, in ascensore o sulle scale) per strada facendogli fare sempre lo stesso percorso. Possibilmente portandolo, soprattutto per fare la pupù in un luogo tranquillo e sempre lo stesso. Anche in questo caso, quando fa la pipì, dai il tuo piccolo ordine in modo che diventi un'abitudine e uno stimolo il sentire quella parola, sia per la pipì che per il resto. Aiuterà anche il cane a svuotare tutta la vescica piuttosto che marcare, comportamento che comunque si presenterà nel maschio dopo lo sviluppo ormonale. A quanti mesi il cucciolo impara a sporcare fuori? Contrariamente a quanto molti sostengono, non esiste un momento preciso in cui il cucciolo impara e molto dipenderà dalla tua costanza di agire nel modo giusto. Di solito se lasci il tempo al cucciolo di espletare le sue funzioni in modo corretto e con giusta frequenza, nel giro di un paio di settimane, il cucciolo impara a sporcare fuori a qualunque età. Sarà comunque più semplice quando inizierà a mangiare due volte al giorno, in quanto avrà necessità di sporcare le due volte dopo il pasto dopo il pasto, prima di dormire, e altre due volte a metà mattinata e a metà pomeriggio. 

Perché tagliare le unghie ai cani?

Sicuramente avrai osservato le zampe del tuo cane e avrai notato che sulla pianta del piede ha dei cuscinetti su cui appoggia il peso quando cammina. Le unghie del cane non devono mai raggiungere i cuscinetti perché, se lo fanno, gli impediscono di camminare in maniera corretta, storcendo le dita per cercare di appoggiarli per terra. Poco a poco, quindi, il cane assumerà posture scorrette che possono causare gravi problemi alle zampe. Oltre ai problemi di salute legati al non riuscire ad appoggiare correttamente le zampe, non tagliare le unghie al cane può far comparire ferite anche nel quinto dito che, crescendo, finirà per penetrare nella pelle. 

Non esiste il Volpino di Pomerania Toy

 

Spesso il Volpino di Pomerania viene chiamato Toy , chiariamo subito ogni dubbio: non esiste in questa razza il Toy, ma bensì lo Spitz Tedesco nano. Il termine Inglese Toy (giocattolo) rende l'idea che c'è dietro la selezione di questo tipo di cane da compagnia piccolissimi, tanto da entrare in una borsetta, un oggetto carino da portare con sé per suscitare: la tenerezza e la simpatia degli altri. 

In realtà sono cani a tutti gli effetti non dimentichiamolo e richiedono cure adeguate ed amore. Tuttavia la moda lanciata da alcuni Star internazionali (ad esempio Piras Hinton) con i suoi Chihuahua Toy, questa tendenza è diventata un vero e proprio mal costume e si è diffusa tra chi non ha un interesse ed un affetto vero per i cani, ma vuole essere solo di moda. Aggiungo che nella maggior parte dei casi si tratta di cani fuori STANDARD e che molte razze di cani stanno subendo veri e propri maltrattamenti genetici che rischiano di rovinare le pecuniarità delle più antiche razze canine, per capire le dimensioni di questo fenomeno assolutamente sbagliato non fa altro che alimentare il business, inoltre questi cagnolini hanno molto spesso problemi di salute. Anche se esili ed apparentemente fragili, in realtà il loro sviluppo muscolo scheletrico deve essere sostenuto da un'alimentazione sana e bilanciata che prevenga l'insorgenza di patologie osteo-articolari che colpiscono sia i cani di  taglia grande che i piccolissimi, come la displasia dell'anca o la lussazione della rotula. E attenzione alle quantità, questi cani hanno bisogno di razione piccole, perché lo stile di vita sedentario ed una dieta Squilibrata potrebbero esporre l'animale a rischio di sovrappeso, dunque è fondamentale regolare di conseguenza la quantità del pasto. Le quantità devono essere conformi all'età, la sua struttura piccola compatta e leggera li esonera da quelle che sono patologie da eccessivo carico della struttura ossea, ma se l'alimentazione supera quelli che sono i reali fabbisogni del cane, ecco che i problemi del sovrappeso graveranno sulla colonna vertebrale, sulle zampe e sul fegato. In sostanza: il troppo amore, trasformato in troppo cibo, si trasformerà in sua volta in grossi problemi di salute. Una corretta alimentazione è la chiave per evitare alcune patologie tipiche di questa razza, come ad esempio: l'alitosi, la formazione del tartaro interdentale e la lacrimazione eccessiva, ecc.. ecc... 

Sarà quindi meglio evitare fin da subito di concedere al cane dei vizi, come ad esempio: fargli mangiare bocconcini dei nostri pasti: i cibi salati, speziato e dolci, sono un veleno per i nostri amici pelosetti. 

Cucciolo Volpino di Pomerania: malato di nanismo